Magie d’Autunno ai laghi di Torena

Una agevole ma magnifica camminata autunnale alla portata di tutti alla scoperta dei laghi di Torena, uno degli angoli più suggestivi e pittoreschi dell’intero Parco!

Lo stambecco sulle Orobie 2.0 - Progetto di Citizen Science

 

Nelle valli del Bitto: natura e cultura gastronomica

Una visita nei luoghi dove la tradizione,inizia all’epoca dei Celti,nella produzione di un formaggio storico come il Bitto Dop e presidio sloow food,diventa un’affascinante esperienza che fa da tra

Traversata da Ambria a San Bernardo

Escursione in traversata di particolare interesse paesaggistico e naturalistico, attraverso antichi insediamenti rurali e fitti boschi, lungo sentieri oggetto di recenti manutenzioni, a “caccia” di

Il lato Wild delle Orobie

Per immergerci nella natura piu Selvaggia a volte non servono imprese alpinistiche... La natura misteriosa e solitaria delle alpi Orobiche si cela in val Corona.

I Laghi di Porcile in Val Tartano

La Val Tartano è tra le valli più incantevoli e belle del Parco; durante questa escursione, calcheremo i suoi sentieri per andare alla scoperta delle sue bellezze, custodite gelosamente come in uno

In cima al Legnone

Il Legnone (2610 mt.), è l’elegante bastione che costituisce il limite Nord Occidentale della catena orobica e si affaccia sul Lago di Como. Ascensione di grande respiro e sicura soddisfazione; est

Trekking di 4 giorni tra la Val Lunga e la Val Madre

Avventura di 4 giorni, percorrendo sentieri conosciuti e vecchi sentieri abbandonati.

La Cima della Rosetta: un balcone sulla Valtellina

La Cima della Rosetta è la Montagna di Rasura, paese all’inizio della Val Gerola; di agevole salita, dalla vetta si ha una vista mozzafiato sulla bassa Valtellina, le Alpi Retiche e le Orobie occid

In cresta con sapore...

Vivremo l’emozione di una aerea traversata in cresta che dal Monte Lago (2353 mt.) porta al Monte Pisello (2272 mt.) passando dal Monte Culino (2322 mt.).

Ai Laghi da Cantarena

Nella selvaggia Val Bondone, i laghi di Cantarena sono dei piccoli gioielli incastonati nel fianco della montagna, al limitare dei pascoli alti, a circa 2200 metri di quota.