vai subito al contenuto della pagina
Parco delle Orobie Valtellinesi  via Moia 4, 23010 Albosaggia tel. +39 0342 211236 fax +39 0342 519250

Dichiarazione di accessibilità

Introduzione

Nell'autunno del 2007 il sito del Parco delle Orobie Valtellinesi ha subito un profondo redesign seguendo i principi delineati nella Legge 4/2004 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici" (detta Legge Stanca), che all'art. 11 elenca i 22 requisiti da sottoporre alla verifica tecnica per la valutazione dell'accessibilità dei siti amministrazioni pubbliche.

Il sito è stato realizzato secondo le specifiche di XHTML 1.0 Strict per il codice e CSS 2 per gli stili.
Tutte le pagine che hanno superato la convalida tramite il servizio di validazione on-line del W3C presentano il corrispondente logo a piè pagina, che funge anche da link per un test diretto e immediato.

È per il momento esclusa dal progetto di accessibilità la sezione degli album fotografici, che pertano risulta ancora non conforme agli standard.

Nella convinzione che l'obiettivo finale non sia solo il conseguimento di bollini e certificazioni, ma l'offerta di un servizio ampiamente fruibile e che soddisfi le esigenze degli utenti, l'ente Parco considera fondamentale il rispetto delle disposizioni internazionali al fine di offrire ai propri visitatori un sito realmente accessibile e qualitativamente superiore.

Per qualsiasi segnalazione o suggerimento che possa aiutare a migliorare l'accessibilità di questo sito, scrivere a info@parcorobievalt.com.

Griglia di autovalutazione dell'accessibilità secondo i 22 requisiti tecnici della Legge Stanca
Requisito Enunciato Conforme
1 Realizzare pagine e oggetti in esse contenuti con tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate, utilizzando le versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico. [...]
2 Non è consentito l'uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. [...]
3 Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti. L'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto.
4 Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina.
5 Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile, disturbi della concentrazione o che possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate. Qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvisare l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi. N/A
6 Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale). Un testo in forma di immagine in genere è da evitare ma, se non è possibile farne a meno, deve essere realizzato con gli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza.
7 Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, eccetto nel caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata.
8 Se vengono utilizzate mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per poter ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa. N/A
9 Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne.
10 Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne.
11 Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.
12 La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione e/o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri.
13 Qualora si utilizzino le tabelle a scopo di impaginazione: [...] N/A
14 Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che per chi utilizza le tecnologie assistive la compilazione dei campi sia agevolata.
15 Assicurarsi che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati.
16 Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet oppure altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input.
17 Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzino tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili.
18 Qualora un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente sincronizzata in forma di sotto-titolazione e/o di descrizione vocale, oppure predisporre un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale, tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di presentazioni in tempo reale. N/A
19 Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative. Prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine.
20 Se per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo utile e fornendo eventuali alternative per fruire del servizio stesso. N/A
21 I collegamenti presenti in una pagina devono essere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiera, tecnologia in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse.
22 In sede di prima applicazione, per i siti esistenti, in ogni pagina che non possa essere ricondotta al rispetto dei presenti requisiti, fornire un collegamento a una pagina che li rispetti, contenga informazioni e funzionalità equivalenti e sia aggiornata con la stessa frequenza della pagina originale, evitando la creazione di pagine di solo testo. Il collegamento alla pagina accessibile deve essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile. N/A

Ulteriori accorgimenti

  • È stata raggiunta la netta separazione tra struttura dei contenuti e rappresentazione grafica mediante l'utilizzo esclusivo di fogli di stile CSS esterni.
  • Tutte le tabelle a scopo di impaginazione presenti nella versione precedente del sito sono state sistematicamente eliminate e rimpiazzate da codice XHTML 1.0 valido, semanticamente corretto e formattato con fogli stile CSS 2.0
  • Tramite i CSS È stato predisposto anche un foglio stile ottimizzato per la stampa delle pagine del sito.
  • Il layout è liquido e quindi si auto-adatta a diverse risoluzioni dello schermo.
  • Il layout e la struttura di navigazione restano invariati per tutte le pagine interne del sito, sia per ottenere una certa coerenza grafica delle pagine, sia per favorire la famigliarizzazione del navigatore con l'interfaccia utente. Per velocizzare ulteriormente l'apprendimento delle strutture di navigazione da parte degli utenti, è stata inoltre seguita la convenzione ormai consolidata dell'avere un menù principale posizionato in alto e sviluppato in orizzontale per la navigazione primaria e un menù sviluppato in verticale posizionato sulla sinistra per la navigazione secondaria.
  • I colori del coordinato d'immagine sono stati rimodulati in modo da ottenere un valore del rapporto luminosità-contrasto tra lo sfondo ed il colore del testo tale da garantire una buona leggibilità. Lo strumento di misurazione e verifica utilizzato è il "Colour Contrast Analyzer" sviluppato da Juicy Studio, che rispetta l'algoritmo AERT elaborato dal W3C.
  • I contenuti delle pagine sono fruibili anche escludendo l'uso del colore, disabilitando i fogli di stile o adottando browser che non interpretano la grafica, né i colori, né i fogli di stile.
  • Tutte le tabelle dati presenti nelle pagine presentano tag e attributi strutturali volti a spiegare esplicitamente intestazioni e dipendenze.
  • Tutti i collegamenti presentano un'etichetta che descrive con chiarezza l'obiettivo di destinazione. Nel caso di link provvisti di accesskey, il tasto di scelta rapido corrispondente viene indicato nel tooltip racchiuso tra parentesi quadre
  • Tutti i collegamenti del sito si aprono nella stessa finestra, compresi i link a siti esterni.
  • I form presentano marcatori che rendono unico il legame di un campo di inserimento testo con la relativa etichetta testuale.
  • Tutte le immagini presenti nei contenuti del sito presentano sia un titolo sia un testo alternativo che ne spieghino il significato. Tutte le immagini a scopo decorativo vengono rese come sfondi, pertanto non interferiscono con la navigazione tramite browser testuali.
  • Il numero di click necessari per raggiungere qualsiasi pagina è stato ridotto a 2, massimo 3.
  • Sono stati inseriti alcuni aiuti alla navigazione come il salto di blocchi di link. Poichè la profondità di navigazione ha 2, al massimo 3 livelli si è deciso di non implementare il percorso a briciole di pane.
  • La dimensione dei caratteri è stata specificata utilizzando unità di misura che consentano il corretto ridimensionamento anche su Microsoft Internet Explorer
  • Le abbreviazioni e gli acronimi sono stati esplicitati per facilitare la lettura e la comprensione dei documenti.
  • Il sito è stato testato correttamente con Microsoft Internet Explorer 6.0, Microsoft Internet Explorer 7.0, Mozilla Firefox 2.0.0.9

Accesskeys: tasti di scelta rapida per navigazione da tastiera

I browser più recenti permettono la navigazione da tastiera con la pressione di particolari tasti detti "tasti di scelta rapida".

Ogni combinazione prevede almeno due tasti da premere contemporaneamente: un tasto fisso (che varia in base al sistema operativo utilizzato) più un secondo tasto che è associato al link che si intende visitare.
Per evitare eventuali conflitti con tasti di accesso rapido predefiniti, il sito del Parco delle Orobie Valtellinesi associa ai suoi link del menù principale dei tasti numerici, non lettere.
Oltre a questi tasti, gli utenti che navigano con Microsoft Internet Explorer, dopo la combinazione devono anche dare un "INVIO".

  • Per gli utenti con sistema operativo Windows, il tasto fisso è "ALT"
  • Per gli utenti con sistema operativo MacOS, il tasto fisso è "CTRL"
  • Per gli utenti con sistema operativo Linux, il tasto fisso può essere alternativamente "ALT" oppure "CTRL" in base alla distribuzione utilizzata

Segue l'elenco dei tasti numerici associati alle principali voci di menù del sito:



Privacy - Cookie policy - Note legali - Dichiarazione di accessibilità - PEC: orobiepark@cert.provincia.so.it

Alparc Cipra Federparchi Convenzione delle Alpi